UNA NONA TAPPA SPETTACOLARE

È stata la prima novità di rilievo per il Tour de France 2018, una tappa che unisce due grandi eventi del ciclismo internazionale : il Tour de France e la Roubaix.

Emozioni, cadute, polvere, attacchi e forature sono il riassunto della nona tappa di questo Tour de France 2018 che da Arras a Roubaix ha reso la vita difficile a diversi ciclisti compresi i nomi di punta come Nibali, Froome e Valverde.

Una tappa dal punto di vista di chi l’ha corsa non facile e che non giova sicuramente ai ciclisti data la difficoltà del fondo stradale e degli “ostacoli” presenti per tutta la tratta da Arras a Roubaix.

Ricordiamo che un atleta si prepara un anno per il Tour de France e come sappiamo il pavé comporta dei rischi da non sottovalutare, come l’uscita di scena dalla Grande Boucle.

Ma le somme non sono tutte negative, anzi!

E stata una tappa intensa, piena di copi di scena ed entusiasmante, sono sicuro di non essere stato l’unico a provare certe emozioni.

Sicuramente una giornata così non può che aver fatto bene al ciclismo a livello mediatico ma sopratutto come sport.

FROOME

È l’ultimo atleta dal quale ti aspetteresti un attacco in una tappa cosi dura e muscolosa adatta a ciclisti come Sagan, ma nonostante ciò lui ci prova e non molla fino al traguardo nonostante la dura caduta accumulando un distacco finale di 27”.

È un Chris Froome che avrà molto da dimostrare in questo Tour de France e siamo sicuri non ci deluderà.

LA CLASSIFICA

Greg van Avermat ha 43” di vantaggio su Thomas e 44” su Gilbert; Valverde a 1’31”, Froome , Yates e Landa a 1’42”, Nibali 12° a 1’48”, Dumoulin a 2’03”, Bardet a 2’32”, Quintana a 2’50”, Uran a 2’53”, Daniel Martin a 3’22”.