ALEJANDRO VALVERDE : IL CORONAMENTO DI UN SOGNO DI UN CORRIDORE ECCEZIONALE

Il tabù iridato è stato violato. “El Himbatido” ha finalmente coronato il sogno della sua vita, sfuggito per ben sei volte in passato.

Alejandro Valverde all’età di 38 anni completa il proprio palmares eccezionale andando a prendersi in modo incredibile anche il titolo iridato: non c’è stata storia nel Mondiale di ciclismo di Innsbruck 2018. Su un percorso davvero perfetto per le proprie caratteristiche, Alejandro se l’è giocata alla perfezione con le proprie qualità e con un’esperienza davvero di gran lunga superiore a tutti i rivali.

Una gestione perfetta della gara sin dall’inizio e poi una volata strepitosa: non poteva perdere oggi.

Per Valverde parla la continuità dei risultati, non solo quelli extra large, 4 Liegi e 5 Frecce, ma soprattutto quelli che lo vedono protagonista ogni volta che corre. Se c’è…lui arriva al traguardo e sempre davanti. Non molla mai, ha inseguito per quasi diciotto anni la maglia iridata, con 6 delusioni, 2 d’argento e 4 di bronzo, perché le medaglie al Mondiale di ciclismo fanno più arrabbiare che piacere.

“È incredibile, davvero incredibile… Non posso non ringraziare i compagni che hanno lavorato instancabilmente per tutto il giorno. Grazie a loro, nelle ultime fasi della gara, mi sono trovato al posto giusto e alla fine ho lanciato la volata. Sapevo che non avrei potuto sbagliare, che la responsabilità era grossa, l’occasione unica. Ho vinto tanto in carriera, ma questa vittoria è la più bella. Non pensavo di riuscirci a 38 anni

Anche Valverde ha fallito per quasi diciotto anni. Bisogna tenere duro e imparare, prima o poi…